Home » Fondazione e Scopi

Fondazione e Scopi


 - RENACOP

Il Registro Nazionale Coach Professionisti nasce con Delibera Consiliare 27/9/1999,  attuativa delle finalità istituzionali del Centro Universitario Internazionale, riconosciute con Decreto Ministeriale  29/3/1996, riguardanti "lo  studio degli iter legislativi e attività specifiche per il riconoscimento delle qualifiche professionali, la formazione nell'ambito di discipline non ordinistiche e la tenuta dei relativi registri od elenchi". 

 La istituzione del Registro segue di qualche mese l’accordo sullo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore (Accordo di Bologna - sottoscritto nel giugno 1999 dai 29 ministri dell’istruzione europei), con il quale si è avviato il processo di riforma dei sistemi di istruzione superiore, uniformandone gli standard.

Scopo del Registro, è pertanto  “identificare le conoscenze e competenze professionali nell'ambito del Coaching e del Mentoring, se pur discipline ad oggi non ancora regolamentate dallo stato, che siano state acquisite in percorsi didattici e formativi uniformati agli standard europei dell’istruzione superiore".

In quanto tale, l'istituzione del Registro stesso non persegue fini associativi o corporativi, avendo come oggetto fondante unicamente la "riconoscibilità"  dei professionisti qualificati secondo precisi percorsi formativi e definiti criteri istituzionali, attraverso il loro inserimento in apposito elenco. 

Ciò come strumento di tutela degli iscritti nell’ ottica del loro esercizio professionale, e particolarmente quale strumento di tutela dei soggetti terzi e degli utenti in genere, siano essi individui, gruppi od organizzazioni. 

Il criterio di valutazione della formazione secondo gli standard universitari, anche se non imposto e non richiesto dalle norme vigenti, è principio etico irrinunciabile della identità professionale ed anche del profilo in uscita del professionista.

Programmi formativi che non rispettano questi standard e criteri  creano  sovrapposizione con attività professionali espressamente regolamentate dalla legge italiana, includendo contenuti non ammissibili dai soggetti ordinistici, configurabili come vero e proprio abuso di professione, quali ad esempio la "cura delle fobie" o  "interventi psicologici" , "ristrutturazioni cognitive" , che sono invece propri ed esclusivi di professioni ordinistiche regolamentate dallo Stato.

In questo senso, il Registro opera una importante funzione di orientamento e trasparenza nel doppio binario dei professionisti certificati e abilitati e degli utenti.

La stessa legge 4/2013 all'art. 2 comma 6 cita infatti: "Ai professionisti di cui all'art. 1, comma 2, anche se iscritti alle associazioni di cui al presente articolo, non e' consentito l'esercizio delle attivita' professionali riservate dalla legge a specifiche categorie di soggetti, salvo il caso in cui dimostrino il possesso dei requisiti previsti dalla legge e l'iscrizione al relativo albo professionale".

 

 

 

 

 

 
 

RENACOP

Contesto Legislativo

RENACOP

Professione Coach

RENACOP

Domanda Ammissione

RENACOP

RENACOP

RENACOP